LA DANZA DEL “FEMMINILE E DEL MASCHILE”

OblivionDanzaFemminileMaschileFestivalFivizzano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA DANZA DEL “FEMMINILE E DEL MASCHILE”

STAGE SULLA SCOPERTA DELL’ALTRA META’ DEL TANGO

Venerdì 4 settembre h. 16,30 – 18,30

Aula Conferenze c/o Pro Loco, Porta di sotto

Partecipazione gratuita per gli iscritti al festival 

€ 15,00 per i non iscritti

L’incontro è a numero chiuso, le persone interessate sono invitate a prenotarsi.

Lo stage sarà dedicato alla conoscenza e all’approfondimento delle dinamiche di relazione tra gli aspetti femminili e maschili presenti in ciascun individuo; in modo che ognuno entri in contatto sensibile con le diverse parti del sé, sia attive che ricettive. Un invito all’ascolto, senza giudizio, all’accettazione e all’apprezzamento dell’istante che accade, della fluidità e della permanenza.

In maniera pratica, attraverso il tango argentino e i suoi principi sarà possibile intraprendere un percorso guidato all’ascolto di sé e dell’altro, alla scoperta dell’armonia individuale e di coppia.

Tra le tematiche affrontate:

Espressione corporea ed improvvisazione
Contatto e percezione di sé e dell’altro

Accordo tra movimento e ritmo

Ballare il tango da una nuova prospettiva
“…E così pian pianino

Tutto il corpo si mosse,

gambe, braccia, mani, viso,

e persino il cuore parlò.

Già posso sentire il ritmo

dell’acqua, del vento, dell’aria e del sole.

E persino il silenzio temuto

posso aspettare con devozione…” Maria Fux

 

Durata dello stage 2 ore

Lo stage è rivolto a tutti, non è necessario essere ballerini di tango né essere in coppia.

Docenti:
BARBARA PETRUCCI – Pedagogista, attrice e regista teatrale. Esperta in percorsi di formazione sulle arti integrate presso enti pubblici e privati, scuole, centri specializzati.

GIOVANNI SCIUTO – Maestro di tango argentino, fondatore e responsabile di Oblivion Tango di Siena.

GIOVANNI ZITO – Psicologo e psicoterapeuta. Utilizza l’Arteterapia in contesti riabilitativi e di promozione del benessere. Da 4 anni, con Oblivion Tango, sta sperimentando il Tango psicoterapico nella disabilità e in percorsi di inclusione socio-relazionale.

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia una risposta